Il vetro di Murano nell’arte contemporanea

Conversazione tra Chiara Squarcina e Marcela Cernadas

L’associazione ASLC progetti per l’arte, ha presentato sabato 21 aprile 2018 alle ore 11:00 un incontro tra Chiara Squarcina – Responsabile del Museo del Vetro di Murano – e Marcela Cernadas – artista protagonista della mostra Cenacolo – sul tema dell’impiego del vetro soffiato nell’arte contemporanea.
Marcela Cernadas, artista argentina di nascita, ma attiva tra la Spagna e l’Italia, sperimentò fin dai primi anni duemila l’utilizzo del vetro all’interno dei suoi lavori (sia fotografici che video), dove spesso era centrale la simbologia legata al cibo e alla convivialità del “banchetto”. Molti anni più tardi, Venezia, città che adottò l’artista, ebbe una forte influenza nell’immaginario della Cernadas, che iniziò conseguentemente ad utilizzare il vetro in maniera preponderante all’interno delle sue composizioni. Un esempio delle sue realizzazioni in vetro soffiato di Murano, sarà a disposizione dei partecipanti alla conferenza, che potranno ammirare nella project room di Studio la Città, la grande opera Cenacolo (composta da 13 sculture in vetro ametista) e i lavori tratti dalla serie Unique Roses.
A seguito di una committenza del Patriarcato di Venezia, coincisa in termini temporali con la riapertura del Museo del Vetro di Murano nel 2015, l’artista si è interrogata sulla “materia vetro” nella sua complessità. Da qui è scaturita la necessità di approfondire con la dottoressa Chiara Squarcina, le strette relazioni tra le arti visive contemporanee e quelle antichissime dei maestri vetrai veneziani: un connubio che si è rivelato imprescindibile per lo studio e la formalizzazione delle nuove opere di Marcela Cernadas.

Lungadige Galtarossa, 21
37133 Verona

tel. +39 045597549
info@aslcverona.it

Facebook YouTube